Mondoscuola

srijeda, 13.06.2018.

Le mie gare

Quest'anno ho partecipato a 3 gare nazionali in 4 categorie: informatica, fisica e tecnologia. Ho lavorato tanto per ottenere questi risultati, sia da sola, sia con i professori, e sono molto contenta con i risultati. Le competizioni non sono soltanto per ottenere qualche posto, ma servono anche per conoscere nuove persone, incontrare di nuovo gli amici e divertirci.
La gara nazionale d'informatica si e' svolta in marzo a Primošten. Il viaggio e' durato quasi 8 ore ma non era affatto noioso. Era la mia quinta volta li'; ci sono gia' stata tre volte prima per l'informatica e una volta per la tecnologia.. Primošten e' una piccola citta' sul mare ma mi piace molto, li' ho fato molte amicizie. Quest'anno ho avuto due competizioni e una prova: il primo giorno ho avuto 'Osnove informatike' e la prova per 'Algoritmi' e il giorno seguente ho gareggiato in 'Algoritmi'. I pomeriggi e le sere li passavo con gli amici giocando vari giochi: Mafia, Alias, Contact, 5 secondi, carte…
Subito dopo le vacanze primaverili, e' cominciata la gara di tecnologia. Si e' svolta a Parenzo e percio' il viaggio era molto piu' corto, soltano un'ora. Le competizioni di tecnologia sono le piu' lunghe perche' hanno tre parti: il testo che abbiamo scritto un'ora e mezzo, la creazione tecnica che dura due giorni e in totale 8 ore, e infine abbiamo avuto la difesa della creazione che e' durata 5 minuti. La gara mi ha stancato parecchio ma mi e' piaciuta perche' avevamo una creazione interessante e la commissione ci aiutava quando ne avevamo bisogno. Dovevamo quardare il cielo di notte con il telescopio ma purtoppo era nuvoloso e non lo abbiamo potuto fare. La settimana dopo tecnologia c'e' stata la gara di fisica a Pola e cosi' non ho dovuto viaggiare tanto ma soltanto fino all'hotel. Gli onori di casa sono stati svolti dal Ginnasio di Pola e cosi' ho avuto l' oppurtunita di conoscere la scuola prima di diventare sua alunna. La gara di fisica ha i compiti con i calcoli e i compiti pratici e la gara si svolge in due giorni. Qui eravamo davvero tanti, 48 alunni nella mia categoria. Quando ha iniziato la prima gara credevo che non avrei potuto risolvere niente ma dopo un'ora mi sono finalmente „svegliata e alla fine ero molto contenta perche' dopo la gara del secondo giorno mi sono classificata al terzo posto. Alle gare di informatica e di tecnologia ho conosciuto ragazzi di Zagabria, Qui ho conosciuto gente di Spalato.
Tranne queste gare, ero anche su molte altre come il festival di matematica a Pola, le gare regionali di matematica, fisica, informatica, tecnologia, croato… In tutte le gare ho dato il cento per cento di me e credo che questa sia la cosa piu' importante.

Scritto da: Martina Licul, 8.b

13.06.2018. u 12:12 • 0 KomentaraPrint#

srijeda, 17.01.2018.

Noi da piccoli

Quando ero piccolo ero grasso. Ero un po' basso. I mieri capelli erano come adesso bruni. Avevo molti amici. Loro erano simpatici. Quando andavo alla scuola materna in prima ero triste ma poi dopo ero allegro. Io ero ordinato. La mia maestra alla scuola materna era giovane. Aveva circa 20 anni. Era bella. Qualche volta era noiosa ma molte volte era divertente.

Fran Kontešić



Quando ero piccola ero magra e bassa con i capelli biondi. Mia madre dice che ero molto vivace.Avevo molti amici.Alcuni erano molto simpatici e mi piaceva giocare con loro.La mia migliore amica era molto diligente e ordinate.Quando andavo alla scuola materna non ci andavo volenteri.A volte li' ero un po' scontenta e triste. Ero ubbidiente e buona con le maestre e i miei compagni. Avevo due maestre.Non erano molto giovani pero' erano molto divertenti.Una era molto bella e molto paziente,invece l'altra era un po' piu' severa.

Elena Kleva



Quando ero piccola ero magra e bassa, avevo i capelli lunghi e castani. Ero molto vivace. Avevo molti amici simpatici e avevo anche un' amica del cuore, Elena. Elena e' simpatica , ordinata e gentile. Elena non aveva i capelli lunghi come adesso. Lei aiutava tutti ed era la migliore amica che io potevo avere. Quando andavo alla scuola materna ero allegra , ubbidiente e un po' birichina. Le maestre erano belle, ne' giovani ne' vecchie, erano divertenti e pazienti.

Lana Bezjak



Quando ero piccolo ero magro e basso. Ero bruno ed ero vivace ma col tempo sono diventato tranquillo. Avevo molti amici e tutti erano simpatici e diligenti, ma erano un po' disordinati. Quando andavo alla scuola materna ero contento ma poi scontento, ero allegro perche' tutti i giorni vedevo i miei amici, ero molto buono e ubbidiente. La mia maestra era bella un po' vecchia, era molto paziente ed era divertente perche' ci raccontava le barzellette.

Kevin Červar



Quand'ero piccola, non ero grassa, ma anche non ero magra. Come sono anche adesso, ero molto bassa. I miei capelli erano corti e bruni e i miei grandi occhi erano verdi. Avevo molti amici e tutti insieme eravamo molto vivaci. Io avevo due amiche del cuore che erano molto simpatiche. Sinceramente erano pigre, ma erano molto ordinate. Doppo il gioco loro sempre raccoglievano i giocattoli. Alla scuola materna ero allegra perche' giocavo con i miei amici. Quando andavamo a casa ero molto scontenta. Ero una buona bambina, ma qualche volta ero un po' disubbidiente perche' non volevo andare a letto. Avevamo molte maestre alla scuola materna. Amavamo la maestra Vesna di piu'. Non era molto giovane e bella, ma era divertente. Lei raccontava le storie diverse e suonava la chitarra. Era anche paziente, ma quando eravamo cattivi, era severa.

Elizaveta Bulavina



Quando'ero piccola ero magra e bassa. Avevo i capelli biondi e lunghi. Naturalmente ero vivace tutto il tempo. Avevo molti amici e le mie amiche del cuore erano Liza e Leona. Loro erano simpatiche, diligenti, ordinate e molto divertenti come oggi. Quando andavo alla scuola materna ero scontenta all'inizio, ma dopo ero molto contenta e allegra. Ero buona e ubbidiente. Mi piaceva giocare e non dormire. Mi piaceva molto andare in bosco. La mia maestra preferita alla scuola materna era la maestra Fina. Lei era bella e giovane. Era paziente e severa a volte. Era divertente, buona e sempre allegra. Mi piaceva molto!

Lucija Poduje



Quando ero piccolo io ero magro. Avevo solo 20 chili. Non ero basso, ma non ero alto. I miei capelli erano bruni e corti. Io ero tranquillo e col tempo sono diventato molto vivace. Avevo molti amici che erano simpatici. Alcuni di loro erano pigri, e altri erano diligenti. La maggioranza di loro era ordinata. Quando andavo alla scuola materna ero molto contento. Ero allegro quasi ogni giorno, ero buono e ubbidiente verso i miei amici. La mia maestra alla scuola materna era molto bella. Aveva intorno ai 40 anni. Era giovane e sempre paziente. La mia maestra si chiamava Vesna ed era molto divertente.

Petar Pereša



Quando ero piccola ero magra e alta. I miei capelli erano bruni e lunghi e i miei occhi erano grandi e bruni. Ero vivace. Avevo molti amici che erano molto simpatici. Loro erano pigri e disordinati. Avevo un’ amica del cuore che si chiamava Nina. Nina era molto disordinata. Quando ero alla scuola materna ero qualche volta contenta e qualche volta scontenta. Ero allegra e buona. Quando ero piccola ero ubbidiente. La mia maestra alla scuola materna era molto bella e giovane. Era paziente e divertente. Non era severa solo quando non potevo dormire.

Andrea Lučić



Quand' ero piccola ero magra e alta. Avevo i capelli biondi e lunghi. Ero molto vivace. Io non volevo dormire all'asilo,quindi giocavo. Le mie migliori amiche erano Liza e Lucija. Certo sono ancora le mie migliori amiche. Loro erano e sono ancora simpatiche. Da bambine erano molto pigre e disordinate.Quando ho iniziato ad andare a scuola ero eccitata e ubbidiene. Mi piaceva andare a scuola. La mia insegnante preferita alla scuola materna era bella e paziente. Era giovane e divertente.

Leona Andačić



Quando ero piccolo, ero magro. Ero molto basso. Avevo i capelli castani come oggi. Ero molto vivace e allegro. Avevo molti amici, tutti erano simpatici. La maggior parte di loro era diligente. Erano ordinati. Quando andavo alla scuola materna ero contento. Ero molto allegro. Ero buono e felice. Ero ubbidiente. La mia maestra preferita era bella. Era vecchia ma molto giovanile. Era molto paziente e divertente.

Janko Soklić

17.01.2018. u 12:03 • 0 KomentaraPrint#

ponedjeljak, 06.11.2017.

I problemi degli adolescenti

Problemi con l'aspetto

Al giorno d'oggi tantissima gente ha problemi con il proprio aspetto. In effetti tutti siamo ossessionati con noi stessi e ci critichiamo, troviamo mille difetti che poi non abbiamo neanche. Giudichiamo la gente per come si veste e per com'e' invece che per il loro carattere o personalita'. La maggior parte degli adolescenti e' preoccupata per il proprio peso, della propria pelle o per il loro modo di vestirsi.Vogliono solo magliette firmate e scarpe da ginnastica fichissime. Queste preoccupazioni portano alcuni addirittura alla depressione, anoressia, bulimia o peso eccessivo e quindi i ragazzi pensano di non essere abbastanza belli. Secondo noi la televisione e i media influenzano tantissimo le nostre opinioni e lo stile d'abbigliamento siccome ci fanno vedere modelle troppe magre, attrici con pelle e capelli perfetti. Noi siamo dell' opinione che lo stile d'abbigliamento e l'influenza televisiva non sono importanti. E' molto piu'importante essere una persona pulita,ordinata, che tiene a se stessa, non sparla mai di nessuno, non e' smorifiosa, ne' superba ma ha un cuore grande.

Scritto da: Gaia Barbancich, Elena Kupčak, Lana Percan e Lana Pliško, 8.b




Rapporto con i genitori

I rapporti con i genitori sanno essere buoni ma possono essere anche brutti. Molti adolescenti hanno problemi con i loro genitori e spesso litigano con loro. Le ragioni piu' frequenti dei loro litigi sono: bassi voti a scuola, escono con la compagnia tardi e i loro ritorni sono ancora piu' tardi, disubbidiscono ai genitori, non mettono in ordine le loro camere, non studiano e non fanno i compiti, i loro amici li forzano a fare qualcosa che loro non vogliono… Molti genitori non sanno come aiutare i loro ragazzi e percio' chiedono aiuto ai capiclasse, psicologi e pedagoghi. Questo lo fanno perche' ci vogliono bene. Loro si sacrificano molto per noi e vogliono soltanto il meglio per noi. Ci aiutano sempre, anche quando siamo in barufa con loro perche' noi siamo piu' importanti e percio' gli vogliamo molto bene e siamo gratti che li abbiamo.

Scritto da: Andrea Antolović, Lara Božac, Marlena Celija e Martina Licul, 8.b




Le prime simpatie

Che cos' e' l´amore? La gente percepisce l´amore a modi diversi. Per alcuni l´amore rappresenta un peso e per altri felicita' e gioia. Tutti almeno una volta nella vita vivono il vero amore.
Le prime simpatie nascono gia' nell' infanzia. L´amore diventa piu' serio negli anni dell´ adolescenza. I tredici anni d'eta' sono conosciuti per i cambiamenti. Durante l´ innamoramento diventiamo piu' sensibili, piu' felici ed eccitati. Non ci possiamo concentrare il che risulta con il peggioramento a scuola. L´ amore cresce e i voti cadono. Tutti noi abbiamo la migliore amica con la quale ci possiamo confidare. E' piu' facile confidarsi con gli amici che con i genitori perche' gli amici ci capiscono meglio. Se vogliamo che la nostra simpatia si accorga di noi, ci dobbiamo vestire meglio. Cominciamo ad uscire molto di piu' e stare in compagnia con gli amici. Ascoltiamo un po' meno i genitori e qualche volta dimentichiamo di scrivere il compito domestico. Noi pensiamo che il sentimento dell' amore e l´ unica cosa importante che ci capita.
Dobbiamo controllare i nostri pensieri e i sentimenti per potere funzionare anche nelle altre cose.

Scritto da: Marija Božić, Greta Cukon, Noemi Mendiković e Katarina Susnich, 8.b



06.11.2017. u 12:11 • 0 KomentaraPrint#

ponedjeljak, 09.10.2017.

La nostra escursione

Il 26 settembre 2017 tutte le ottave classi sono partite per l' escursione in Dalmazia. Siamo partiti da Pola e ci siamo fermati a Segna ( Senj). Li' abbiamo visto il castello di Nehaj.



Dopo Senj siamo andati a Zara (Zadar) e abbiamo visitato il Museo delle illusioni e la chiesa di San Donato.



Il secondo giorno abbiamo fatto un giro in barca fino al Parco Nazionale Kornati (Isole Incoronate), dove abbiamo pranzato. E poi siamo torrnati all' albergo.



Il terzo giorno siamo andati a Trau' (Trogir) e Spalato (Split). A Trau' abbiamo visitato il castello del Camerlengo.



Dopo Trau' abbiamo visitato Spalato. A Spalato abbiamo visto la statua di Grgur Ninski e il Palazzo di Diocleziano. Poi ci siamo riposati sulla riva. Abbiamo anche visitato lo stadio dell' Hajduk.



L'ultimo giorno lo abbiamo passato a Sebenico (Šibenik). Abbiamo visto la fortezza di San Michele e il Museo della Citta' di Sebenico e poi abbiamo proseguito per il Parco Nazionale delle cascate Krka.



Li' abbiamo fatto una passeggiata. E' stato bellissimo. E poi siamo finalmente tornati a Pola.



Scritto da: Caterina Simonelli e Petra Grgorinić, 8.c

09.10.2017. u 21:13 • 0 KomentaraPrint#

srijeda, 12.04.2017.

Zagabria



Alle 6:00 del venerdi' mattina tutte le tre seste classi della nostra scuola sono andate a Zagabria. Prima siamo andati al museo delle illusioni.



Era bellissimo e molto interessante. Poi siamo andati alla Facolta' di biologia dove alcuni dei miei amici hanno mangiato dei grilli e altri insetti. Mangiarli: no e poi no! Quando siamo andati alla Facolta' di geografia era noioso.
Dopo siamo andati a mangiare i „čevapčići“ e le patatine fritte.



Quando abbiamo finito siamo andati alla Facolta' di chimica. Questo era interessante. Abbiamo fatto degli esperimenti incredibili. Alla fine siamo andati alla Facolta' di matematica e fisica. Naturalmente siamo ritornati a casa in autobus. Il viaggio di ritorno non era noioso, ci siamo divertiti tanto.
Abbiamo fatto il giro di un sacco di facolta'.



Scritto da: Lana Bezjak, 6.c

12.04.2017. u 09:29 • 0 KomentaraPrint#

četvrtak, 08.12.2016.

La nostra escursione

In gita siamo andati il 13 settembre alle 7 di mattina. Siamo partiti per la Slavonia. Eravamo tutti molto felici ed allegri. Ci sono servite 8 ore di pullman per arrivare alla nostra prima tappa, la citta' di Slavonski Brod. Appena arrivati siamo andati a pranzo e dopo il pranzo abbiamo visitato la fortezza di Brod, costruita tra il 1715 e il 1780, e il convento francescano e la piazza della citta' che e' la piazza piu' grande della Croazia.





Abbiamo poi proseguito per lo zoo della famiglia Milec a Rušćica dove abbiamo visto tanti bellissimi animali e finalmente la sera siamo arrivati all'albergo di Bizovačke toplice.





Il mattino seguente, dopo la colazione, siamo andati alla riserva naturale di Kopački rit. Li'abbiamo visto le bellezze della natura e dei suoi abitanti.





Dopo Kopački rit abbiamo visitato Osijek. Abbiamo visto la fortezza della citta' e tanti altri bellissimi luoghi di questa citta'.





Il terzo giorno della nostra escursione siamo andati a Vukovar dove abbiamo visitato il museo cittadino e il centro memoriale della guerra patria (Ovčara e il cimitero dei caduti).







Dopo che abbiamo visto le orribili conseguenze della guerra, abbiamo proseguito per Ilok dove abbiamo visitato le cantine di Ilok, la chiesa e il castello Odescalchi.





L'ultimo giorno abbiamo visitato la citta' di Đakovo, la sua cattedrale, il parco Strossmayer e i bellissimi cavalli lipizzani.





Qui la nostra gita e'finita e siamo partiti per casa. E' stato bellissimo, ma e'durato poco.

Scritto da: Dorotea Grgorović, 8.a

08.12.2016. u 11:23 • 0 KomentaraPrint#

srijeda, 23.03.2016.

Ma dove viviamo?

Ogni commento e'superfluo.





















Fotografato da: Nicole Legović, 8.a ed Elena Orbanić, 8.a

23.03.2016. u 20:07 • 0 KomentaraPrint#

Ecologia

La definizione di ecologia e' ben diversa da quella che la maggior parte della gente da' convenzionalmente al termine. Innanzitutto l'ecologia e' una scienza definita come "lo studio scientifico delle relazioni tra gli organismi e l'ambiente“.
La parola "ecologia" ("ökologie") e' stata coniata dallo scienziato tedesco Ernst Haeckel. Lui la defini' come "l'insieme di conoscenze che riguadano l'economia della natura“.
E' opportuno sottolineare la differenza tra il termine ecologia portato alla ribalta dal movimento ambientalista negli anni '60 e '70 e il corretto significato scientifico dell'ecologia.
Per gli ambientalisti l'ecologia e' la disciplina in grado di fornire una "guida" per le relazioni dell'uomo con il proprio ambiente e con la diffusione del movimento divenne un termine utilizzato quotidianamente.

Scritto da: Nicole Legović ed Elena Orbanić, 8.a

23.03.2016. u 20:05 • 0 KomentaraPrint#

četvrtak, 05.06.2014.

Il giorno integrato

ll giorno 9 maggio 2014 e' stato il giorno integrato della scuola. Gli alunni erano liberi di scegliere in quale laboratorio andare. Il tema di tutti i laboratori era lo sport.
Ho scelto il laboratorio di lingua italiana condotto dalle professoresse Ariana Bason e Sanja Nježić. A scuola siamo arrivati alle 8.00, come sempre, e ci siamo divisi peri i vari laboratori.
Nel laboratorio di lingua italiana eravamo in tanti, molte ragazze e pochi ragazzi. Abbiamo visto un simpatico cartone animato dopo il quale imitavamo le bravate di Peppa Pig ed amici.
Siamo stati divisi in coppie e abbiamo ricevuto delle istruzioni con le quali ci siamo diretti nell'arena della scuola per fare esercizi ginnici. Alla fine abbiamo ascoltato la canzone 'Tuca tuca' di Raffaella Carra' e ci siamo dilettati a cantare. E' stato molto divertente. Le professoresse erano felici del risultato.
Riassumendo il giorno integrato quest'anno e' stato una bella esperienza.

Scritto da: Elena Orbanić, 6.a

05.06.2014. u 22:03 • 0 KomentaraPrint#

nedjelja, 13.04.2014.

I pasti a casa mia

Come ogni mattina mi alzo alle sei e mezzo. Verso le sette per la prima colazione mangio dei biscotti e un po' di latte, mangio da sola perche' i miei genitori sono gia' al lavoro. Per merenda oggi mangero' un panino con prosciutto e berro' un succo di frutta. La merenda la mangero' a scuola durante l' intervallo con la mia classe. Per pranzo mia madre prepara come primo un brodo e per secondo un arrosto di pollo e patate. Il pranzo lo mangio con la mia famiglia attorno alle sedici e trenta nel tinello. Per lo spuntino mangio una mela e bevo una limonata, dopo le sei. Verso le otto e gia' ora di cena, mangio uno yogurt con dei cereali.

Scritto da: Elena Orbanić, 6.a

13.04.2014. u 21:14 • 0 KomentaraPrint#

<< Arhiva >>

Creative Commons License
Ovaj blog je ustupljen pod Creative Commons licencom Imenovanje-Dijeli pod istim uvjetima.

< lipanj, 2018  
P U S Č P S N
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  

Lipanj 2018 (1)
Siječanj 2018 (1)
Studeni 2017 (1)
Listopad 2017 (1)
Travanj 2017 (1)
Prosinac 2016 (1)
Ožujak 2016 (2)
Lipanj 2014 (1)
Travanj 2014 (1)
Prosinac 2013 (2)
Listopad 2013 (1)
Siječanj 2013 (1)
Travanj 2012 (1)
Siječanj 2012 (1)
Prosinac 2011 (1)
Studeni 2011 (1)
Ožujak 2011 (2)
Prosinac 2010 (1)
Listopad 2010 (1)
Lipanj 2010 (1)
Svibanj 2010 (1)
Travanj 2010 (1)
Ožujak 2010 (2)
Veljača 2010 (1)
Prosinac 2009 (1)
Svibanj 2009 (1)
Travanj 2009 (2)
Ožujak 2009 (1)
Veljača 2009 (1)
Siječanj 2009 (2)
Prosinac 2008 (4)
Studeni 2008 (2)
Listopad 2008 (2)
Ožujak 2008 (1)
Veljača 2008 (1)
Prosinac 2007 (1)
Studeni 2007 (1)
Listopad 2007 (3)
Lipanj 2007 (2)
Svibanj 2007 (1)

Opis bloga

Notizie varie sul mondo della scuola.

Linkovi

HOME BLOG

Cultura

I nostri amici animali

Sport

Moda

Spettacolo

Curiosita`

Buon Umore


Osnovna skola Veli Vrh - Naslovnica