28

subota

srpanj

2007

Curiosando nel mondo del migliore amico dell`uomo

D: Se il cane beve latte puo` prendere i vermi ?
R:
Contaminazione placenta, diarrea

D: Se il cane ha il palato nero e` di razza ?
R: Il colore e` melanina non indica purezza.

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

D: I cani che strisciano sul posteriore hanno i vermi?
R: Non sempre possono essere anche le ghiandole

D: I cuccioli hanno bisogno di un supplemento di calcio?
R: Il cucciolo sano ben alimentato non ne ha bisogno anzi

D: Prima di sterilizzare devono partorire? Fare un calore?
R: Non e` necessario; studi e ricerche dicono che sterilizzare prima del primo calore si e` maggiormente protetti dalla formazione di tumori alla mammella.

Image Hosted by ImageShack.us

16

ponedjeljak

srpanj

2007

I tanti perche´sui... gatti

Free Image Hosting at www.ImageShack.usFree Image Hosting at www.ImageShack.us

D: Perche` il gatto cammina in modo strano?
R: Il gatto ha un'andatura particolare, cammina facendo avanzare entrambi gli arti di un lato e poi quelli del lato opposto; mentre cammina piega gli arti sotto il corpo dando cosi` elasticita` al movimento e creando l'equilibrio per cui e` famoso.

D: I gatti vedono al buio?
R: La visione del gatto nel buio e` almeno sei volte superiore a quella dell'uomo.

D: Che colori distinguono i gatti?
R: E' stato dimostrato che i gatti sono in grado di distinguere fra rosso e blu, rosso e verde, verde e blu, blu e grigio, giallo e blu, giallo e grigio.

D: Perche` il gatto si strofina contro le nostre gambe?
R: Il gatto e` dotato di ghiandole odorifere vicino alle labbra, alle tempie ed alla base della coda. Strofinandosi trasmette cosi` il suo odore ed assume a sua volta l'odore dell'uomo permettendogli di essere maggiormente a proprio agio.

D: Come vengono prodotte le fusa?
R: Le fusa vengono considerate un suono prodotto dal sistema circolatorio e servono al gatto in piu` occasioni: solitamente indicano contentezza e benessere ma in soggetti stressati possono segnalare bisogno di aiuto.

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

D: Perche` il gatto sotterra le feci?
R: E' un segno di subordinazione e di rispetto, cosi` facendo cerca di nascondere il proprio odore.

D: Quanto e` ampio il territorio del gatto?
R: I maschi di campagna possono spaziare su aree dai 32 ai 93 ettari, mentre le femmine fra i 6 e gli 8 ettari. In citta` puo` spostarsi da 1,5 e 8 km.


D: Perche` il gatto spruzza?
R: L'urina del gatto ha un'odore molto forte e serve per marcare il territorio.

D: Perche` il gatto ha un'ottimo equilibrio?
R: Per atterrare sulle zampe, quando il gatto cade, sfrutta il suo equilibrio, la funzione dell'orecchio interno, l'agilita` e la coda per girare velocemente il corpo e cadere in posizione dritta.

D: Quali sono le piante d'appartamento tossiche per il gatto?
R: Il filodendro, il giglio di Pasqua, alcuni tipi di poinsettia, iris, vischio ed edera inglese

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

04

srijeda

srpanj

2007

CANE MALTESE

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Sulle origini di questa meravigliosa razza sono state espresse diverse ipotesi che hanno diviso, ed ancora oggi dividono, gli studiosi.
Per cercare di fare un po’ di chiarezza, e` necessario partire da molto lontano. In primo luogo il Maltese appartiene ad un gruppo di quattro razze che la Cinofilia Ufficiale cataloga con il termine “Bichon”. Tale nome deriva dal fatto che, qualche secolo fa, questi piccoli cani venivano chiamati, a causa dell’abbondante pelo al muso, “Barbichon”, parola derivata dal francese “Barbiche”, che significa “pizzo, barbetta”; quindi “Barbichon” vuol simpaticamente dire “Barbuto”.
Pare che gia` nel 500 avanti Cristo, si abbia notizia della presenza di cani con caratteristiche simili a quelle dei Bichon su di un’isola del mare Adriatico, situata nei pressi della Dalmazia e chiamata Meleda. E’ l’antica Melite o Melita, dove venivano mandati in esilio i romani.
Aristotele (384-322 a.C.), suddivise le razze canine in sette categorie.
Tra queste ve n’era una detta dei cani “Melitensi”. Melitensi puo` essere tradotto come “di Malta”, fatto che convaliderebbe la teoria di chi considera l’isola di Malta l’antica patria dei Maltesi. Ma Melita pare fosse anche il nome di un antico centro marinaro ubicato vicino a Messina, dal quale sembra si esportassero dei pregiati piccoli cani robusti dal pelo bianco. Ecco perche` una seconda ipotesi circa la razza, sostiene che il nome Maltese derivi si dai cani “Melitensi” citati da Aristotele, ma intesi come provenienti dall’isola di Meleda o dalla citta` di Melita.
Il Maltese e` stato sempre il cane dell’aristocrazia e dei nobili. Fu il prediletto delle matrone romane, come delle dame medioevali e rinascimentali e poi delle signore ottocentesche. Numerosi sono gli artisti che nelle loro opere ritrassero cani di tipo Bichon, specie nel periodo rinascimentale, quando il Maltese fu in grande voga. Solo per citarne alcuni: Tiziano, Tintoretto, il Veronese, Antonio di Iacopo Benci, detto il Pollaiolo e suo fratello Piero, Rubens, Goya e tanti altri. Tutti i Bichon sono molto apprezzati come cani da compagnia e da guardia.
Il Maltese attuale e` stato probabilmente ottenuto immettendo in Bichon bianchi, sangue di Épagneul nani, barboni nani e forse anche cani di Cayenna.
Per un certo periodo l’Inghilterra ha rivendicato il diritto di patronato della razza, portando come argomentazione il fatto che essa era originaria dell’isola di Malta e che questa, fino al 1964, e` stata colonia britannica. Come abbiamo visto pero`, la tesi delle origini maltesi non e` provata, anzi. Quindi nella riunione della F.C.I. tenutasi ad Interlaken in Svizzera il 20 e 21 sttembre 1954, e` stata riconfermata l’appartenenza della razza all’Italia. Il Maltese e` conosciuto e diffuso in tutto il mondo, e in America, dove e` giunto nel 1888, ha riscosso un successo notevole. In Italia, famoso ed apprezzato per centinaia di anni e fino al XIX secolo, dopo una fase di decadimento nell’immediato periodo seguente la Seconda Guerra Mondiale, dalla seconda meta` degli anni ’80 del XX secolo il Maltese ha iniziato ad interessare un sempre maggiore numero di appassionati, tanto che si e` passati in Italia dai 12 soggetti iscritti ai Libri Genealogici nel 1972 ai 1282 del 2000.

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

<< Prethodni mjesec | Sljedeći mjesec >>

Creative Commons License
Ovaj blog je ustupljen pod Creative Commons licencom Imenovanje-Dijeli pod istim uvjetima.

Blog.hr koristi kolačiće za pružanje boljeg korisničkog iskustva. Postavke kolačića mogu se kontrolirati i konfigurirati u vašem web pregledniku. Više o kolačićima možete pročitati ovdje. Nastavkom pregleda web stranice Blog.hr slažete se s korištenjem kolačića. Za nastavak pregleda i korištenja web stranice Blog.hr kliknite na gumb "Slažem se".Slažem se