nedjelja, 03.01.2010.

Capodanno

Origini del Capodanno
All’epoca dell’Impero Romano fino al tardo Medioevo, il giorno dell’inizio dell’anno variava da zona a zona, in quanto veniva associato ad un evento particolarmente rilevante per quel territorio. Con l’adozione universale del calendario Gregoriano, nel 1691 papa Innocenzo XII impose che l'anno nuovo cominciasse per tutti il 1° gennaio. Per questo motivo tale ricorrenza ha una connotazione originariamente cattolica, anche se con gli anni ha perso il suo significato sacro ed e` divenuta una festa pubblica.
Tradizioni
La tradizione italiana prevede una serie di rituali scaramantici per il primo dell'anno che possono essere rispettati piu` o meno strettamente, come quello di gettare dalla finestra oggetti vecchi e inutilizzati, per eliminare tutti i mali fisici e morali accumulati nell'arco di un intero anno.
L'usanza e` variamente diffusa in Italia, ed e` ancora viva in grandi citta` come Roma e Napoli, spesso con danni alle automobili in sosta e talvolta anche agli incauti passanti.
Ai cocci rotti, poi, si accompagnano i cosiddetti “botti”, che hanno il duplice significato di cacciare gli spiriti maligni e di esprimere allegria. Un'altra tradizione prevede il baciarsi sotto il vischio in segno di buon auspicio, perche` secondo la tradizione dona prolificita` sia materiale che spirituale.
Il primo incontro dell’anno
In alcune regioni all'inizio della giornata del primo dell'anno, o appena scoccata la mezzanotte, e` usanza prestare attenzione alla prima persona che si incontra per strada: un vecchio o un gobbo portano fortuna, un prete o un bambino sono invece di cattivo augurio. La ragione di queste credenze sta nel principio dell'analogia: il vecchio, vuol dire che si vivra` a lungo mentre il gobbo porta bene di per se`.
In altre zone e` invece di buon auspicio incontrare una persona di sesso opposto al proprio. Altrove si ritiene che qualsiasi attivita` intrapresa nel giorno di Capodanno avra` sicuramente buon esito, per cui si cerca di dare inizio a piu` di un lavoro, al fine di ottenere buoni risultati in ogni campo. Per lo stesso motivo in quel giorno si evita di preoccuparsi e rattristarsi.

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

- 19:50 -

Komentari (0) - Isprintaj - #

Pani, pandolci e panettoni

Questa dei pani dolci delle feste e` un’usanza diffusa in tutta l’Europa.
In origine i pani da consumare durante le feste non erano dolci, bensi` grosse pagnotte alla cui preparazione sovrintendeva il padrone di casa. Prima della cottura egli vi incideva, con il coltello, una croce in segno di benedizione. Il pane veniva poi mangiato da tutta la famiglia durante la cerimonia natalizia del ciocco.
In Francia ancora oggi nelle campagne si usa cuocere il ”Pan de Calandre”. Secondo la tradizione, se ne taglia un pezzetto e su questo vengono incise tre o quattro croci; e` un talismano capace di guarire molti mali. Il resto del pane viene consumato da tutta la famiglia. In Inghilterra alcuni fornai regalano ai clienti una piccola focaccia di buon augurio. Ma in Lombardia c'e` il pane piu` famoso del mondo: il Panettone. Pare che esso prenda nome da un certo Toni, garzone di fornaio, che decise di arricchire il semplice pane di tutti i giorni con ingredienti costosi e pregiati: burro, uova, zucchero, uvette e frutta candita, forse per far piacere ad una bella golosa. Chiunque l'abbia inventato, il panettone milanese e` oggi consumato in tutto il mondo.
Ai giorni nostri, il panettone e` il dolce che si prepara, secondo ricette diverse, a Milano e a Genova.
Il panettone milanese era, una volta, tondo e schiacciato come una piccola polenta, ma ormai e` prodotto con la caratteristica forma a cupola. I suoi ingredienti sono la farina bianca, l’uovo, lo zucchero, il burro, l'uvetta, il cedro e l'arancia canditi. Necessita di una doppia lievitazione in un forno da pasticceria con temperature molto elevate. Generalmente e` servito con la panna montata e zabaglione caldo.
Il panettone genovese e` molto simile. E’ rimasto rotondo e basso e sostituisce le arance candite con i pinoli. Il suo impasto e` aromatizzato con il marsala ed il limone; la sua lievitazione e` semplice, quindi puo` essere preparato in casa.

Free Image Hosting at www.ImageShack.us


- 19:37 -

Komentari (0) - Isprintaj - #

<< Prethodni mjesec | Sljedeći mjesec >>

Creative Commons License
Ovaj blog je ustupljen pod Creative Commons licencom Imenovanje-Dijeli pod istim uvjetima.

Opis bloga

Per saperne di piu` e imparare cose nuove.

Blog.hr koristi kolačiće za pružanje boljeg korisničkog iskustva. Postavke kolačića mogu se kontrolirati i konfigurirati u vašem web pregledniku. Više o kolačićima možete pročitati ovdje. Nastavkom pregleda web stranice Blog.hr slažete se s korištenjem kolačića. Za nastavak pregleda i korištenja web stranice Blog.hr kliknite na gumb "Slažem se".Slažem se