Cultura

30.11.2008., nedjelja

Che bella la nostra citta`

Durante l`ora di italiano abbiamo conosciuto la capitale italiana, Roma. La nostra insegnante di italiano ci ha presentato Roma facendoci vedere i monumenti piu`famosi della citta` parlandoci anche un po` dell`importanza storica della citta`. Cosi` abbiamo capito che c`e` poca differenza tra Roma e la nostra citta`, Pola. Ambedue le citta` sono antichissime. Roma e`stata fondata su sette colli, Pola anche. Il monumento piu`conosciuto di Roma e` l`Anfiteatro Flavio cioe` il Colosseo, l`Arena e` il monumento piu`famoso di Pola. Ci sono somiglianze anche con altri monumenti: il Tempio di Augusto (Augustov hram) assomiglia ad una parte del Pantheon, l`Arco dei Sergi (Zlatna vrata) ricorda la parte centrale dell`Arco di Costantino. Percio`, per conoscere meglio i nostri monumenti, abbiamo deciso di visitare la nostra citta` fingendo di essere turisti accompagnati da guide turistiche. Abbiamo visto il Tempio di Augusto, l`anfiteatro cioe` l`Arena, l`Arco dei Sergi, il palazzo municipale (Komunalna palača), il foro romano (Forum), Porta gemina (Dvojna vrata), Porta Ercole (Herkulova vrata). In questo modo abbiamo imparato molte cose su questi monumenti, e fatto molto importante, le abbiamo imparato in italiano. Ci e` piaciuto visitare tutti questi monumenti perche` abbiamo conosciuto meglio i nostri monumenti e perche` abbiamo trascorso due ore di italiano fuori della classe.

Scritto da: Roberta e Tea

ALCUNI DEI MONUMENTI PIU`FAMOSI DI POLA

Free Image Hosting at www.ImageShack.us


L`ANFITEATRO-ARENA

Free Image Hosting at www.ImageShack.us


TEMPIO DI AUGUSTO

Free Image Hosting at www.ImageShack.us


PORTA GEMINA

Free Image Hosting at www.ImageShack.us


PORTA ERCOLE

Free Image Hosting at www.ImageShack.us


PALAZZO MUNICIPALE

Free Image Hosting at www.ImageShack.us


ARCO DEI SERGI

Free Image Hosting at www.ImageShack.us


FORO ROMANO
- 19:45 - Komentari (1) - Isprintaj - #

29.11.2008., subota

La mia scuola di musica

Io suono il pianoforte nella Scuola di musica "Ivan Matečić-Ronjgov". La mia maestra si chiama Danijela Pamić-Ulemek. Questo e`il mio primo anno in questa scuola. Frequento le ore di solfeggio durante le quali studio le note e tante altre cose. Il pianoforte sul quale suono e`bello, grande e nero. Mi piace andare alla Scuola di musica perche`amo la musca. La mia canzone preferita si chiama "Stepping stones".
Giovedi`, 11 dicembre, ho il concerto. Suonero`un brano difficile che si intitola "Cu-cu".
Ci vediamo al mio concerto. Siete tutti invitati.

Scritto da: Lara Ljubišić

Free Image Hosting at www.ImageShack.us


- 19:39 - Komentari (12) - Isprintaj - #

19.11.2008., srijeda

Il mio inizio nel coro "Zaro"

Questa e`la mia storia. Mi chiamo Erika. Sono nata nel 1998. Quando ho iniziato a camminare, ho cominciato ad ascoltare la musica e a ballare. Ogni lunedi` e giovedi` seguivo mia sorella maggiore allo „Zaro“. Quando lei iniziava a cantare e ballare, io la guardavo e facevo quello che faceva lei. Il 16 marzo del 2000 ho compiuto 2 anni. La mamma ed io abbiamo accompagnato mia sorella alle prove di canto. Arrivate li` abbiamo incontrato la dirigente del coro „Zaro“ che mi ha fatto gli auguri per il compleanno e mi ha chiesto se voglio vedere come cantano i ragazzi del coro. Le ho dato la mano e sono andata tranquilla con lei. Cosi`ho iniziato ad andare alle prove due volte alla settimana. Tutti i bambini erano piu`grandi di me. Nessuno poteva credere che una bambina di solo 2 anni potesse sapere tutte le parole delle canzoni e fare le coreografie anche complicate e difficili per la sua eta`.
E cosi` passano gli anni, io divento piu`grande, piu`matura e piena di esperienze riguardo i concerti e il canto. Anche se sono gia`trascorsi parecchi anni, tutti si ricordano della piccola Erika che canta nel coro „Zaro“.
Oggi, dopo otto anni, posso dire che sono fiera che ho iniziato a cantare e a ballare ancora in fasce.

Image Hosted by ImageShack.us


Scritto da Erika Filiplić

- 21:09 - Komentari (18) - Isprintaj - #

09.11.2008., nedjelja

Dante in Islanda

Tutto parte da un libro pubblicato quest'anno da una casa editrice e da una spedizione condotta sul campo da un'equipe internazionale e da un'idea semplice e al tempo stesso sconvolgente: il viaggio di Dante nella Divina Commedia non sarebbe solo un viaggio di fantasia, pieno di metafore e allegorie, ma potrebbe forse essere il racconto cifrato di un viaggio reale, che avrebbe fatto fino in Islanda, nella leggendaria terra di ghiaccio e di fuoco, un incredibile viaggio compiuto in gran segreto circa 700 anni fa.
Infatti la Hvannadalshnukur, la montagna piu` alta d'Islanda, 8.500 chilometri quadrati di ghiaccio che avvolgono il massiccio, e seppelliscono i vulcani che dormono – vivi – sotto di esso, e`chiamata "La Porta dell'Inferno". Mentre la Kjelo Route, la piu` antica strada d'Islanda, una strada che forse venne percorsa da Dante molti secoli fa, e`la strada che porta al Paradiso.

Free Image Hosting at www.ImageShack.us


Dante Alighieri

- 13:02 - Komentari (1) - Isprintaj - #

<< Prethodni mjesec | Sljedeći mjesec >>

Creative Commons License
Ovaj blog je ustupljen pod Creative Commons licencom Imenovanje-Dijeli pod istim uvjetima.

Blog.hr koristi kolačiće za pružanje boljeg korisničkog iskustva. Postavke kolačića mogu se kontrolirati i konfigurirati u vašem web pregledniku. Više o kolačićima možete pročitati ovdje. Nastavkom pregleda web stranice Blog.hr slažete se s korištenjem kolačića. Za nastavak pregleda i korištenja web stranice Blog.hr kliknite na gumb "Slažem se".Slažem se